Resoconto su “Il Mondo del Riuso”

All’incontro pubblico “Il mondo del Riuso” che il 13 maggio scorso ha dato avvio ufficialmente al progetto RIUSO proposto da MDF Venezia ai comuni del Miranese hanno partecipato un’ottantina di persone. Potete vedere alcune immagini dell’evento cliccando qui.

Gli Assessori all’ambiente di Spinea e Mirano Stefania Busatta e Federico Vianello hanno spiegato il perché di questa iniziativa sottolineando che la fase storica in cui si doveva promuovere la raccolta differenziata si sta esaurendo ed oggi è indispensabile impegnarsi per ridurre i rifiuti.

Alessandro Giuliani, della rete ONU ha presentato i principali dati che evidenziano la capacità di riduzione dei rifiuti dei negozi dell’usato e lo sviluppo del settore degli ultimi anni.

Elisa Boldi, fondatrice di cose(in)utili ha presentato il suo sito e i vantaggi per i residenti a Mirano e Spinea con questo videomessaggio:


Il rappresentante del Cesvitem ha raccontato l’esperienza di questa Associazione di Mirano di un bazar di oggetti regalati che si possono acquisire a fronte di offerta che serve  a finanziare i progetti di sviluppo nel sud del mondo, mentre Maura Rosa di Veritas ha illustrato le attività di questa azienda per il Riuso evidenziando le difficoltà che si incontrano.

In generale è emerso che la società veneta e italiana, dopo anni di ubriacatura da consumismo, sta recuperando l’idea che il riutilizzo degli oggetti non è riservato solo ai non abbienti, ma possa soddisfare altresì i bisogni della classe media.

MondoRiuso19

Consegna PC all’Associazione Tagua

In occasione dell’incontro sono stati consegnati due computer che il Gruppo Recupero Hardware del Movimento per la Decrescita Felice di Venezia ha rigenerato ottenendoli da chi non li usa più, verificandoli e rimettendoli a disposizione per le associazioni locali o le persone bisognose.

Fuori Classe – la scuola possibile

Tra i nostri amici di Zalab, assieme ad Andrea Segre è attivo anche Stefano Collizzolli che ha firmato la regia di un interessante film – documentario sulla scuola elementare italiana: fuoriClasse – la scuola possibile.

FUORICLASSE-stampa-manifesto-def

fuoriClasse – il manifesto

In una quarta A nasce Freccia Azzurra, una radio attraverso la quale i piccoli studenti di Roma si mettono in contatto con i loro coetanei di altre scuole d’Italia e si raccontano le loro storie.

Attraverso gli affascinanti racconti di questi laboratori, i bambini della radio scoprono il nostro paese e noi scopriamo quanto può essere creativo andare a scuola, dentro e fuori classe, se la scuola è agita in modo aperto, curioso, orizzontale. Scopriamo che la scuola fantastica è una scuola possibile.

E scopriamo, attraverso la dignità e lo stupore del pensiero infantile com’è vivere nella periferia lombarda, o nella campagna della Basilicata: com’è ora l’Italia, dal punto di vista dei bambini.

Il film sarà proiettato a Spinea (VE) presso il Cinema Bersaglieri il 27 maggio 2016 alle h 20.30. Il costo del biglietto è di 3 euro.

Per il volantino dell’evento clicca qui, per maggiori informazioni sul film, clicca qui.

Il nuovo Consiglio Direttivo

Nell’Assemblea dei soci del 5 maggio scorso sono state rinnovate le cariche sociali della nostra Associazione: il Movimento per la Decrescita Felice di Venezia.

Il nuovo Consiglio Direttivo, che rimarrà in carica per tre anni, è composto da:

Presidente: Marco Sacco,
Vice Presidente: Luigi Marangon
Segretario: Walter Andreato
Tesoriere: Paolo Mogno
Consiglieri: Paolo Carraro, Paola Malgaretto, Michele Mogno e Giuliano Silvestri

Le attività che sono in programma fanno riferimento ai seguenti ambiti: divulgazione attraverso eventi e materiali, laboratori del saper fare, momenti conviviali, lavoro di rete con le altre associazioni del territorio e approfondimento sulla Decrescita.

Il programma delle attività previste si pone in continuità con il percorso svolto fino ad oggi anche se si pone obiettivi misurabili più stringenti in termini di persone che si intende informare e coinvolgere nell’associazione ed ha un focus importante sui corsi del saper fare.

Il mondo del riuso

locandinaIncontroRiuso4

Locandina dell’incontro

Il 13 maggio si svolgerà a Mirano l’incontro pubblico “IL MONDO DEL RIUSO – prima del riciclo bisogna promuovere il riuso degli oggetti per dar loro una nuova vita, per risparmiare le risorse, l’energia e l’ambiente”.

Si tratta dell’evento di lancio del progetto RIUSO proposto dal Movimento per la Decrescita Felice di Venezia a cui hanno aderito i comuni di Spinea (VE) e Mirano (VE) ed ha lo scopo di favorire la cultura e le pratiche del riuso e del baratto, in particolare tramite la piattaforma www.coseinutili.it.

PROGRAMMA

  • ore 20.45 – Saluti e introduzione – Federico Vianello Assessore ambiente Comune di Mirano
  • ore 21.00 – Presentazione Progetto Riuso attivato dal Comune di Mirano e Spinea. Stefania Busatta Assessora alle politiche ambientali Comune di Spinea
  • ore 21.20 – Il baratto asincrono e la banca del tempo, videopresentazione di www.coseinutili.it – Elisa Boldi fondatrice Associazione Coseinutili
  • ore 21.30 – Il mondo del Riuso in Italia: la situazione attuale e le prospettive di un settore in continua crescita – Alessandro Giuliani consulente scientifico Rete ONU (Operatori Nazionale dell’Usato)
  • ore 21.55 – Alcune esperienze virtuose di riuso, nazionali ed internazionali – Carla Poli esperta del settore
  • ore 22.10 – Donare alle associazioni, un esperienza locale – Simone Naletto Cesvitem Mirano
  • ore 22.20 – Riuso e ecocentri: la normativa attuale e le ultime novità legislative nazionali – Maura Rosa Veritas Spa
  • ore 22.35 – Dibattito e conclusioni

L’incontro si terrà presso presso la sala Conferenze di Villa Errera a Mirano (VE) alle h 20.30 di venerdì 13 maggio 2016.

Per la locandina clicca qui e per maggiori informazioni scrivi a mdfvenezia@gmail.com.

Destra e sinistra addio

Destra-e-sinistra-addioVenerdì 18 marzo alle h 20.45 presenteremo l’ultimo libro di Maurizio Pallante “Destra e sinistra addio – per una nuova declinazione dell’uguaglianza”

Maurizio Pallante, fondatore e Presidente onorario del Movimento per la Decrescita Felice nazionale, ha scritto numerosi libri e saggi sul tema della decrescita la quale, sostanzialmente, si propone di contrastare il pensiero dominante che vede nella crescita economica monetaria il misuratore del benessere della popolazione.

In questo libro, Pallante sostiene la tesi che Destra e Sinistra si sono divise su quale fosse il miglior modo di creare ricchezza e su come distribuirla, ma entrambe hanno avuto ed hanno come presupposto concettuale la necessità di perseguire la crescita economica.

Oggi questo paradigma non è più sostenibile e bisogna far tornare l’economia al suo ruolo di modalità per la creazione di benessere distinto dalla creazione di ricchezza monetaria.

Discuterà assieme a lui del tema il prof. Ruggero Zanin dell’associazione Nemus di Venezia.

Considerando l’argomento di possibile interesse per i movimenti politici del territorio abbiamo invitato i seguenti amministratori

  • Patrizia Andreotti, Sindaca di Noale
  • Maria Rosa Pavanello, Presidente dell’ANCI del Veneto
  • Silvano Checchin, Sindaco di Spinea, Centro Sinistra CONFERMATO
  • Alvise Maniero, Sindaco di Mira, Movimento 5 stelle CONFERMATO
  • Giovanni Battista Mestriner, Sindaco di Scorzé, Centro Destra CONFERMATO

La presentazione si svolgerà nella Sala del consiglio a Palazzo della Loggia a Noale.

Vota SI per fermare le trivelle

Il 17 febbraio 2016 è nato il comitato nazionale “Vota SI per fermare le trivelle

“Il Governo scommette sul silenzio del popolo italiano! Noi scommettiamo su tutti i cittadini che si mobiliteranno per il voto”

E’ nato il comitato nazionale delle associazioni “Vota SI per fermare le trivelle”. Lavorerà per invitare i cittadini a partecipare al referendum del 17 aprile contro le trivellazioni in mare e votare SI per abrogare la norma (introdotta con l’ultima legge di Stabilità) che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa di non avere più scadenze.

Continua a leggere

L’Accordo di Parigi sul Clima

Foreign Affairs Minister and President-designate of COP21 Laurent Fabius (C), raises hands with Secretary General of the United Nations Ban Ki Moon (2-L) and France's President Francois Hollande (R) after adoption of a historic global warming pact at the COP21 Climate Conference in Le Bourget, north of Paris, on December 12, 2015. Envoys from 195 nations on December 12 adopted to cheers and tears a historic accord to stop global warming, which threatens humanity with rising seas and worsening droughts, floods and storms. AFP PHOTO / FRANCOIS GUILLOT / AFP / FRANCOIS GUILLOT        (Photo credit should read FRANCOIS GUILLOT/AFP/Getty Images)

La soddisfazione dopo l’accordo

A conclusione del vertice di Parigi del novembre scorso, denominato Cop21, gli stati partecipanti hanno sottoscritto un accordo che prevede impegni importanti per la riduzione dell’impatto delle azioni umane sul clima della terra.

L’accordo entrerà in vigore nel 2020 dopo che almeno 55 paesi che rappresentano il 55% delle emissioni dei gas climalteranti lo avranno ratificato.

Il metodo utilizzato per definire l’accordo è stato innovativo: ciascuno stato ha inviato le proprie proposte di azioni a sostegno del clima prima della Conferenza e queste sono state poi negoziate e recepite.

Continua a leggere