L’Accordo di Parigi sul Clima

Foreign Affairs Minister and President-designate of COP21 Laurent Fabius (C), raises hands with Secretary General of the United Nations Ban Ki Moon (2-L) and France's President Francois Hollande (R) after adoption of a historic global warming pact at the COP21 Climate Conference in Le Bourget, north of Paris, on December 12, 2015. Envoys from 195 nations on December 12 adopted to cheers and tears a historic accord to stop global warming, which threatens humanity with rising seas and worsening droughts, floods and storms. AFP PHOTO / FRANCOIS GUILLOT / AFP / FRANCOIS GUILLOT        (Photo credit should read FRANCOIS GUILLOT/AFP/Getty Images)

La soddisfazione dopo l’accordo

A conclusione del vertice di Parigi del novembre scorso, denominato Cop21, gli stati partecipanti hanno sottoscritto un accordo che prevede impegni importanti per la riduzione dell’impatto delle azioni umane sul clima della terra.

L’accordo entrerà in vigore nel 2020 dopo che almeno 55 paesi che rappresentano il 55% delle emissioni dei gas climalteranti lo avranno ratificato.

Il metodo utilizzato per definire l’accordo è stato innovativo: ciascuno stato ha inviato le proprie proposte di azioni a sostegno del clima prima della Conferenza e queste sono state poi negoziate e recepite.

Continua a leggere

Animiamo la Carta di Venezia

MarciaClima

La delegazione MDF Venezia in marcia

Siamo tutti e tutte invitati all’animazione della Carta di Venezia il 13 febbraio ore 15.30 presso il Liceo Artistico “Guggenheim” di Venezia, per iniziare ad approfondire i contenuti, allargare le relazioni nel territorio, documentare le esperienze ed avviare un processo di connessione tra le realtà  impegnate nella totale eliminazione delle cause che determinano i cambiamenti climatici.
Vai alla pagina.